strisce di carta colorate sparante davanti alla chiesa durante la festa a Palazzolo Acreide

Palazzolo Acreide, le incredibili feste popolari del borgo siciliano

La Festa di San Sebastiano a Palazzolo Acreide incarna la Sicilia più bella, quella delle curiosità e delle tradizioni popolari, quella della devozione e del forte senso di comunità.

Palazzolo Acreide è uno dei più bei borghi barocchi della Sicilia orientale, dove la vita scorre semplice e fiera.

Questa cittadina racchiude una varietà di attrazioni da vedere incredibili.

Palazzolo Acreide, inserita anche nell’itinerario di Siracusa, è infatti uno dei Borghi più Belli d’Italia ed è entrata a far parte della lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità UNESCO.

Balcone con teste barocche scolpite nella pietra

Al bellissimo borgo barocco, si affianca uno degli insediamenti greci più belli e meglio conservati della Sicilia, quello dell’antica Akrai.

L’insediamento greco vanta un bellissimo teatro greco ad oggi ancora utilizzato per bellissime manifestazioni, ed una spettacolare necropoli dove coesistono tombe greche, romane, cristiane, ipogei ed abitazioni bizantine.

Palazzolo Acreide teatro greco akrai sicilia

Le feste siciliane di San Sebastiano e San Paolo a Palazzolo Acreide

Uno dei tanti tesori che Palazzolo Acreide custodisce è la sua devozione a San Paolo e San Sebastiano.

Dovete sapere infatti che tra le particolarità di Palazzolo Acreide c’è l’avere due “fazioni religiose“:
– i devoti di San Sebastiano,
– i devoti di San Paolo.

Per secoli la rivalità alle origini di questa guerra di Santi è stata di tipo sociale.

I “sampaulisi” erano i contadini e le famiglie baroniali del quartiere basso del paese, il più antico e decaduto.

I “sammastianisi” erano la borghesia del paese, che viveva nella zona alta e più recente del paese.

Oggi questa rivalità si manifesta e misura sulla spettacolarità delle feste di paese dedicate ai rispettivi Santi.

Simulacro dorato di San Sebastiano portato a spalla dai fedeli durante la processione

L’evento legato alla festa di San Sebastiano a Palazzolo Acreide

La festa ufficiale di San Sebastiano si tiene il 20 gennaio di ogni anno, giorno del suo martirologio.

Ma è il 10 agosto, quando anche tutti gli “emigrati” rientrano per le ferie, che a Palazzolo Acreide si celebra il Santo nel modo più spettacolare e folkloristico, con un programma carico di eventi.

La famosa “Sciuta” (termine dialettale che significa”uscita”) vede la reliquia di San Sebastiano, portata a spalla nuda dai suoi devoti, uscire appunto dalla sua chiesa accompagnato da fuochi d’artificio e il lancio di migliaia dinzareddi“.

strisce di carta colorata verde e rosa sparate davanti la facciata della chiesa

Gli “nzareddi” secondo me sono la sintesi di quello che rappresenta una festa popolare in Sicilia.

Mesi prima queste strisce di carta colorata lunghe circa due metri, vengono avvolte su dei chiodi, incollati e infilati in tanti cannoncini, con estrema sapienza e pazienza dai cittadini di Palazzolo Acreide.

Questi cannoncini carichi vengono poi posti a vari livelli della facciata della chiesa.

Un lavoro minuzioso, una sintesi del senso di comunità che ruota attorno alla buona riuscita di un evento e al contributo di tutti i partecipanti.

coriandoli sparati davanti la chiesa per i festeggiamenti per la festa di palazzolo acreide di san sebastiano

Partecipare allo scoppio di questi strisce che colorano il cielo e che nascondono la facciata della bellissima chiesa di San Sebastiano, è davvero un’esperienza incredibile.

Vi invito a guardare il video che ho caricato su IGTV per rendervi conto di quanto sia spettacolare e coinvolgente questa festa popolare.

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arianna✈️Travelblogger (@drittoxdritto) in data:

Non nascondo di essermi emozionata più volte, ma forse questo fa parte di quel senso di “mancanza” della mia Sicilia che spesso mi avvolge.

Dopo la “Sciuta” del Santo, devoti e donne a piedi scalzi lo accompagnano in giro per il paese.

statua di san sebastiano portata a spalla dai devoti

Durante questo percorso i neonati e i bambini più piccoli vengono spogliati, sollevati e offerti al Santo; l’immagine che restituisce questo rituale è quasi pagana ed allo stesso tempo talmente forte da scuotere anche i più scettici.

Bambini nudi offerti al Santo durante la processione di San Sebastiano

Un’altro momento molto toccante legato al culto di San Sebastiano si svolge il 17 agosto, durante la serata dell’ottava, con la processione del reliquario e del simulacro sulla “Vara che cianciani”.

Al rientro in chiesa infatti ci sarà la “Velata del Santo“, ossia il Santo verrà ricoperto con un telo; in quel momento scatteranno scene di pianto, isteria e grida da far accapponare la pelle; provare per credere.

Vi sfido a non piangere o quantomeno a non avere un groppo in gola davanti a tanta potenza di emozioni, in grado di solleticare ricordi quasi arcaici del nostro cervello.

Statua di Sana Sebastiano portata a spalla dai devoti verso la chiesa la sera

La prossima volta, speriamo l’anno prossimo, ho già in programma di vedere la Festa di San Paolo, molto particolare poiché legata ad aspetti di vita contadina, come quello delle “cuddure“, pani tradizionali a forma di ciambella. Ci vediamo lì?

 

Conosciamoci meglio…

Vuoi essere sempre aggiornato sulle mie mete, o semplicemente ti va di conoscermi meglio e scambiare quattro chiacchiere?

Seguimi su Instagram o sui social che trovi in alto alla pagina 🙂

Summary
Palazzolo Acreide, le incredibili feste popolari del borgo barocco siciliano
Article Name
Palazzolo Acreide, le incredibili feste popolari del borgo barocco siciliano
Description
La Festa di San Sebastiano a Palazzolo Acreide incarna la Sicilia più bella, quella delle curiosità e delle tradizioni popolari, quella della devozione e del forte senso di comunità. Palazzolo Acreide è uno dei più bei borghi barocchi della Sicilia orientale, dove la vita scorre semplice e fiera.
Author
Publisher Name
drittoxdritto
Publisher Logo

drittoxdritto

Sono Arianna, e nel mio blog racconto “viaggi di scoperta“.
Ti propongo percorsi di viaggio ed esperienze culturali attive, esclusive ed in grado di farti immergere in modo nuovo nella realtà dei territori che visiterai.

Perchè non curiosare anche qui...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *