Ricetto_di_Candelo_-_una_delle_rue

Visita al borgo medievale del Ricetto di Candelo a Biella

Il Ricetto di Candelo è un borgo medievale, situato in Piemone, davvero magico.

Durante uno dei miei periodici viaggi in giro per l’Italia mi è capitato di visitarlo, al calar della sera e senza nessuno in giro per le sue strade. Una vera magia.

Questo piccolo gioiello fa inoltre parte dei Borghi più belli d’Italia, ed è anche stato insignito dalla Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

Girare per le vie del Ricetto di Candelo

Ho avuto la fortuna di capitare in questo luogo un pomeriggio tardo di inverno di qualche mese fa, di passaggio in auto per raggiungere Biella.

Tra le strade del borgo ero sola, un po’ perché non era in programma nessuna manifestazione, un po’ perché era ormai tardi per trovare delle botteghe aperte.

Le poche luci soffuse accese per le rue mi hanno accompagnato in una visita solitaria e privilegiata, e mi hanno lasciato una bella sensazione di pace.

ricetto-di-candelo-casa-principe

Cosa è un “ricetto”

La parola deriva da “receptum” ossia rifugio, ricovero, asilo.

Il “ricetto” è, più in generale, una struttura o borgo fortificato dove venivano conservate ed accumulate derrate alimentari come foraggio e vino; una sorta di “dispensa a forma di borgo”. Lo stesso veniva utilizzato anche come rifugio, in caso di attacchi, dalla popolazione del luogo.

Candelo

Il ricetto del paese di Candelo (Biella) risale al 14° secolo, ed è uno degli esempi meglio conservati sul territorio italiano.

Questo borgo fortificato è stato teatro di molte pellicole, ma a me piace ricordarlo in special modo per alcune immagini di uno sceneggiato al quale sono molto affezionata, ossia la parodia de I promessi sposi del Trio Lopez, Marchesini, Solenghi.

Se state cercando un b&B o una casa vacanze al Ricetto di Candelo, credo vi convenga desistere perché il borgo non è abitato, ma le circa 200 unità edilizie (celle) che compongono gli isolati sono oggi utilizzate come musei, atelier e botteghe artigianali.

In passato il piano inferiore, per via della sua temperatura controllata che oscillava tra i 12 ed i 16 °C, era utilizzato per lo più per conservare il vino. Il piano superiore, non comunicante con il precedente, veniva utilizzato per la conservazione di foraggio e cereali in genere. L’accesso al vano superiore avveniva tramite le Lobbie, ossia i balconi.

ricetto_candelo_particolare2

Le file di celle avevano da un lato le strade (rue) e nella parte retrostante dei corridoi di separazione (riane) con altre file di celle che servivano per lo scolo delle acque.

ricetto_candelo_particolare1

Le stradine (rue) interne si articolano a formare una griglia piuttosto regolare e sono costituite da ciottoli di fiume. Queste rue erano inoltre caratterizzate da una lieve pendenza per consentire il corretto deflusso delle acque.

All’interno del borgo vi erano inoltre dei torchi a vite per la lavorazione e la pigiatura delle uve.

ricetto-di-candelo-rue

(*si ringrazia il Comune di Candelo per l’autorizzazione alla pubblicazione delle informazioni tratte dalla mappa della Pro Loco)

Eventi e visite al Ricetto di Candelo

Il ricetto è oggi sede dell’ Ecomuseo della vitivinicoltura e del Centro Documentazione Ricetti del Piemonte.

Tra gli eventi che attraggono turisti e curiosi vi segnalo:

ricetto-di-candelo-ingresso

 

Summary
Visita al borgo medievale del Ricetto di Candelo a Biella
Article Name
Visita al borgo medievale del Ricetto di Candelo a Biella
Description
Il "ricetto" è una struttura o borgo fortificato dove venivano conservate ed accumulate derrate alimentari. Il ricetto del paese di Candelo (Biella) risale al 14° secolo, ed è uno degli esempi meglio conservati sul territorio italiano.
Author
Publisher Name
drittoxdritto
Publisher Logo

14 Comments

  1. Io sono genovese e ogni tanto “sconfino” in Piemonte per una gita fuori porta a poche ore d’auto. Negli ultimi anni ho visitato soprattutto castelli e residenze sabaude, ma non sono mai stata in questo borgo pittoresco, del quale però ho sentito parlare. Lo trovo molto caratteristico, grazie per avermi dato l’idea per una nuova meta non troppo distante da casa 🙂

    1. drittoxdritto says:

      Io ci sono davvero capitata per caso in quelle zone. sapendo che tu sei un’esperta ne approfitterò per chiederti informazioni su qualche altra meta la prossima volta. 🙂

  2. Non abito molto lontano da Biella ma non sono mai stata in questo Borgo.
    Me lo segno per una di quelle domeniche dove non sappiamo assolutamente cosa fare sembra molto carino

    1. drittoxdritto says:

      io l’ho trovato davvero delizioso!

  3. Bello questo borgo. Mi ha fatto venire in mente uno dei borghi bergamaschi più celebri, Cornello dei Tasso. Una o due famiglie che lo abitano. Anche questo meno. Sono sempre alla ricerca di luoghi così da visitare. Mi sono segnata il post e appena farò un giro in Piemonte, non mancherò di andare a visitarlo.

    1. drittoxdritto says:

      A Cornello dei Tasso sono andata proprio per il ponte del 25 aprile, un gioiellino!

  4. Sai che non sono mai stata a Biella? Devo proprio andarci, magari un weekend per godermi un po’ di relax e scappare dalla caotica e frenetica Milano 🙂 poi amo i borghi così 🙂

    1. drittoxdritto says:

      Io impazzisco per quelle zone, si mangia proprio bene 🙂

  5. Una mia amica vive a Biella, potrei davvero fare una tappa prima di raggiungerla oppure potremmo andarci insieme. Grazie davvero del consiglio, credo sinceramente che il nome sia davvero azzeccato. Gia’ leggendo le tue parole me ne sono innamorata tantissimo!

    1. drittoxdritto says:

      Merita davvero, è un piccolo gioiellino!

  6. Il Ricetto di Candelo è proprio interessante e a me è piaciuto molto quando ci sono stata. Tutta la zona del Biellese mi ha molto interessata perché non immaginavo la sua bellezza.

    1. drittoxdritto says:

      E’ davvero una zona interessante. Ci sono capitata proprio per caso al Ricetto, quindi non immagino quante meraviglie ci sono ancora da scoprire.

  7. I didn’t heard about Ricetto before… I love historic villages full of character and your article (and pictures too) are very inspiring. I think I’ll add it in my bucket list. Cheers!

    1. Ricetto is very nice, believe me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *